In relazione a quanto accaduto durante la partita di Giovedì sera contro Pizzighettone, vorrei chiedere scusa a tutti per la mia reazione certamente eccessiva in un momento particolarmente sentito e difficile della partita. Mi dispiace molto di aver dato un immagine e un segnale fortemente negativo a chi stava assistendo alla partita dalle tribune. La mia reazione è certamente legata alla frustrazione di non vedere realizzato in campo il grande lavoro che i ragazzi fanno in palestra durante la settimana unito alla volontà che la mia squadra sia in grado di dare tutto in campo senza lasciare niente di intentato per vincere le partite, ovviamente sempre nell’ambito dello spirito di lealtà e sportività che deve contraddistinguere tutti noi. La mia volontà era pertanto quella di provocare una reazione nei miei giocatori e nel fare questo la mia passione per questo gioco unita al nervosismo del momento mi hanno portato ad esagerare e ad avere un comportamento eccessivamente aggressivo e apparentemente offensivo. Non era chiaramente mia intenzione offendere nessuno sul piano personale né far passare questo messaggio a chiunque osservasse da fuori.

2019 04 28 1